Benvenuti in Italyzone
Questa è la sezione dedicata agli eventi ed agli appuntamenti del portale Italyzone. Troverete qui informazioni sempre in aggiornamento su tutto ciò che accade in Italia dal punto di vista turistico e del tempo libero.
Visita anche Italyzone.it
Calendario Eventi
dicembre: 2016
L M M G V S D
« apr    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
Categorie di Notizie
Archivio per Mese

postheadericon Al via la 5° Edizione del Festival Suona Francese

Dal 24 marzo al 29 giugno 2012, si svolge la quinta edizione di “Suona francese”, il più grande festival di musica francese mai realizzato in Italia, che coinvolge ben trentotto città d’Italia, proponendo al pubblico centocinquanta concerti, con oltre 400 artisti e un programma di conferenze.

Dopo il grande successo delle precedenti edizioni, quest’anno il festival celebra “La musique” a tutto tondo, come dimostra il ricco cartellone, strutturato attorno a diverse “mini-rassegne” che presentano la varietà del panorama musicale moderno e contemporaneo francese. Di grande importanza, anche il fatto che la manifestazione coinvolge trenta conservatori impegnati in progetti pluriennali dedicati a campi specifici, a seconda delle competenze di ogni istituzione: attraverso il festival, è stata, difatti, creata una fitta rete di scambio che vede la collaborazione tra i conservatori di alta cultura musicale delle metropoli italiane e francesi.

Per il secondo anno consecutivo torna, inoltre, la formula a specchio, per cui l’Italia accoglierà, da nord al sud, la manifestazione, mentre la Francia presenterà il progetto gemello “Suona italiano”, in autunno, realizzato in collaborazione tra l’Ambasciata Francese e la Fondazione Musica per Roma. Leggi il resto di questo articolo »

postheadericon Si rinnova l’Acquario di Livorno

L’Acquario di Livorno si rinnova puntando su variegate offerte per il pubblico, sull’ampliamento delle vasche e su una maggiore integrazione con le altre realtà dislocate nella regione. L’arricchimento della struttura livornese – voluta da Costa Edutainment – ha lo scopo di allargare il bacino dei visitatori in un contesto integrato tra natura, arte e scienza e di promuovere al meglio il territorio livornese.

La prima sala dell’Acquario è completamente rinnovata e vanta dieci vasche che raccolgono “Le perle del Mediterraneo”; una sorprendente biodiversità del nostro mare è raccontata dai numerosi esemplari marini che qui si possono osservare: il cavalluccio marino (Hippocampus hippocampus), il granchio melograno (Calappa granulata), il polpo (Octopus vulgaris) e il pesce trombetta (Macroramphosus scolopax).

Nuovo è anche l’allestimento della vasca principale, dedicata all’ambiente marino della zona dell’Indo-Pacifico che comprende due “ospiti speciali”: il pesce Napoleone (Cheilinus undulatus) – specie a rischio di estinzione che presenta una “gobba” frontale e che proviene dal Mar Rosso e dalla Micronesia – e un esemplare di tartaruga verde (Chelonia mydas), chiamato “Cuba”, oltre agli squali pinna nera (Carcharhinus melanopterus), i carangidi e le ricciole (Seriola Dumerili), i pesci scorpione (Pterois volitans), i pesci pipistrello (Platax) e i trigoni (Dasyatis). L’esemplare Cuba , che oggi pesa 150 chili per una lunghezza di 150 centimetri, è considerato il simbolo della lotta all’importazione illegale di animali: è stato portato in Italia, infatti, proprio dall’isola cubana, da un anonimo turista, poi abbandonato e trovato da Claudia Gili, curatore generale dell’Acquario di Genova. Leggi il resto di questo articolo »

postheadericon A Milano, Gustave Klimt a 150 anni dalla nascita

In occasione dei 150 anni dalla nascita di Gustav Klimt (1862-1918), la Provincia di Milano presenta una mostra dedicata al grande pittore austriaco, facendo conoscere al pubblico una delle opere più emblematiche della sua produzione, che racchiude l’essenza stessa della sua concezione: il Fregio di Beethoven.

Klimt realizzò il Fregio, lungo trentaquattro metri, per l’ala sinistra del Palazzo della Secessione, dove si tenne, nel 1902, la XIV mostra del gruppo dei secessionisti, progettata come cornice per la grande scultura in marmo policromo di Max Klinger dedicata a Ludwig van Beethoven. L’esposizione si distinse, difatti, come una corale celebrazione del compositore tedesco, considerato da Klimt e dai secessionisti l’incarnazione stessa del genio. Nella creazione del fregio, Klimt si era ispirato a Richard Wagner che, nel 1846, dovendo eseguire la Nona sinfonia di Beethoven, aveva descritto nel programma esplicativo del concerto le immagini che la composizione gli suggeriva, a sottendere l’idea di base secondo la quale solo l’arte e la poesia sono in grado di condurre l’umanità verso una vita migliore, nell’amore e nella libertà. Leggi il resto di questo articolo »

postheadericon Bernardo Bellotto ed il vedutismo veneziano in mostra a Conegliano

Dopo il grande successo della mostra dedicata a Cima da Conegliano, con oltre 110 mila visitatori in quattro mesi di apertura, Palazzo Sarcinelli a Conegliano (Treviso) ospita, dall’11 novembre al 15 aprile, “Bernardo Bellotto, Il Canaletto delle corti europee”, la mostra che ripercorre l’e voluzione creativa di uno dei maestri assoluti del vedutismo veneziano.

Con un’accurata selezione di circa quaranta dipinti, il percorso espositivo è dedicato a Bellotto e al momento culminante del vedutismo veneziano: accanto alle opere del grande artista, infatti, costituiscono il’itinerario quelle realizzate dallo zio Canaletto, da Carlevarijs e Marieschi, per offrire un panorama esaustivo su un fenomeno pittorico che caratterizzò l’arte europea del XVIII secolo.

Grazie a prestiti internazionali da parte di importanti istituzioni museali, sono in mostra spettacolari vedute caratterizzate sia dalle grandi dimensioni che dalla finezza nei dettagli architettonici e ambientali, vedute che hanno fissato l’ immagine di Venezia prime e di altre città europee poi in una dimensione atemporale.

Dopo l’abbandono degli stilemi barocchi da parte di Luca Carlevarijs, Canaletto, riprendendo dai suoi esempi, elabora ulteriormente l’i mmagine, organizzandola in una coerenza stilistica e qualità espressiva incomparabili. Contemporaneamente si svolge l’attività di Michele Marieschi che si pone su un piano differente, poiché riproduce la città a livello scenografico, come se fosse un gran teatro. Con visioni panoramiche dilatate a dismisura si caratterizza infine lo stile di Francesco Guardi, che condusse il vedutismo, e di conseguenza gli angoli più suggestivi di Venezia, in una visione fantomatica, caratterizzata dalla dissolvenza delle macchie di colore e con la rappresentazioni di piccole figure evanescenti pervase da un’indefinibile malinconia. Leggi il resto di questo articolo »

postheadericon I Red Hot Chili Pepper in concerto a Torino e Milano

Gruppo rock statunitense formatosi a Los Angeles negli anni 80, i Red Hot Chili Peppers non hanno bisogno di alcuna introduzione. Durante la loro carriera hanno venduto più di 70 milioni di dischi e fatto impazzire migliaia di fan in tutto il mondo. Allora se sei alla ricerca di biglietti Red Hot Chili Peppers 2011, sei sul sito giusto! Voglia di ascoltare dal vivo brani come “Around the world”, “Californication”, “By the Way”, e “Scar Tissue”? Allora cosa aspetti? I biglietti Red Hot Chili Peppers stanno andando già a ruba, non farteli scappare! Acquistate ora i biglietti del concerto qui tramite Italyzone!

Leggi il resto di questo articolo »

postheadericon Paul McCartney in Italia a Bologna e Milano

Da Bologna a Liverpool. L’icona rock Paul Mc Cartney chiuderà in modo spettacolare il 2011 con 11 concerti evento in luoghi selezionati. Paul ha scelto l’Italia, con Bologna e Milano per aprire questo speciale tour che si concluderà nella sua Liverpool. L’ On The Run tour vedrà Paul esibirsi per la prima volta in carriera a Bologna e tornare a Milano a 18 anni dalla sua ultima apparizione. La scelta dell’Italia come paese da cui iniziare il tour rafforza una volta di più il rapporto speciale che ha sempre legatoPaul Mc Cartney al nostro paese, e ad 8 anni dallo straordinario concerto ai Fori Imperiali di Roma a cui parteciparono 500.000 persone, l’Italia si prepara a riabbracciare Paul per due concerti che hanno già il sapore di evento. Leggi il resto di questo articolo »

postheadericon Reggia di Venaria: Leonardo, il genio, il mito.

Il più grande italiano di tutti i tempi protagonista di una mostra unica nelle Scuderie Juvarriane. Un evento eccezionale, unico e irripetibile: la possibilità di ammirare in occasione di una grande esposizione il celebre Autoritratto di Leonardo, il personaggio che meglio rappresenta l’esempio del più grande genio italiano di tutti i tempi. La mostra, progettata e organizzata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte e Biblioteca Reale di Torino con il Consorzio di Valorizzazione La Venaria Reale e il Comitato Italia 150 nell’ambito delle celebrazioni per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, con il sostegno di Lavazza, offre un percorso nell’opera di Leonardo da Vinci attraverso una trentina di disegni originali provenienti da importanti istituzioni italiane e estere, e alcuni scritti raccolti intorno a L’Autoritratto della Biblioteca Reale di Torino. Completano il percorso espositivo una serie di opere dal XV al XX secolo che raccontano l’importanza e il consolidamento della fisionomia del Genio nell’arte antica e moderna fino all’influenza del mito di Leonardo nell’arte contemporanea. Leggi il resto di questo articolo »

postheadericon A Pisa 200 opere del giovane Picasso

È il giovane Pablo Picasso della Barcellona degli ultimi anni dell’Ottocento il protagonista della mostra allestita a Pisa dal 14 ottobre al 12 febbraio dal titolo “Ho voluto essere pittore e sono diventato Picasso”.

L’esposizione, organizzata presso Palazzo Blu e promossa dalla Fondazione Palazzo Blu con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa e il patrocinio dell’Ambasciata di Spagna in Italia e del Comune di Pisa, presenta duecento opere del maestro considerato il genio assoluto dell’arte del Novecento.

La rassegna, frutto di una collaborazione con il Museo Picasso di Barcellona, il Museo Picasso di Malaga e il Museo Picasso di Antibes, rientra nel ciclo dedicato ai grandi artisti del secolo scorso che la Fondazione Palazzo Blu di Pisa ha avviato nel 2009. L’itinerario espositivo, curato da Claudia Beltramo Ceppi con la collaborazione di numerosi specialisti e teso a raccontare il genio creativo e il percorso artistico di Picasso attraverso dipinti, ceramiche, disegni, opere su carta, litografie, acqueforti e libri, espone nel particolare una collezione di 59 linogravure appartenenti al Museo Picasso di Barcellona. La rassegna è accompagnata da un catalogo Gamm Giunti.

 

 

postheadericon Reggia di Venaria: la Bella Italia

Dal 17 marzo all’11 settembre 2011. Torino, Firenze, Roma, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Parma, Modena, Napoli e Palermo: ognuna delle principali “capitali culturali” preunitarie è stata ed è in diverso modo rappresentativa dei differenti destini e delle particolari identità delle corti e delle città italiane. Chiunque abbia anche solo sfogliato un manuale di storia o di storia dell’arte sa che tali città hanno conosciuto vicende antiche e gloriose, ognuna segnata da specifici caratteri distintivi che hanno poi contribuito alla formazione culturale e artistica nazionale. Alla vigilia del 1861 si erano date un’auto-rappresentazione che univa vicende storiche, fenomeni letterari ed artistici, temperamenti dei popoli, destini, attese e speranze che sarebbero poi scaturiti all’appuntamento dell’Unità nazionale.

La mostra, allestita alle Scuderie Juvarriane della Reggia di Venaria, vuole dare immagine alle Italie che la Storia chiamò a diventare Italia. Il nostro è il Paese delle “differenze”. Oggi, nel tempo della globalizzazione, ci accorgiamo che le “differenze” sono una ricchezza, un moltiplicatore di energie, di suggestioni, di risorse. La mostra ci porterà indietro nel tempo a rappresentare l’orgogliosa consapevolezza delle “differenze” che i popoli d’Italia avevano di se stessi alla vigilia del 1861.

Oltre 350 opere d’arte provenienti dai musei d’Italia, del mondo nonché da collezioni private racconteranno alla Venaria Reale l’identità delle principali “capitali culturali” italiane. Ogni capitale sarà rappresentata da opere d’arte, documenti ed oggetti in un certo senso identitari, in grado cioè di significare e di ricostruire il profilo storico e i termini delle auto-rappresentazioni.

Torino è l’Armata, la Metallurgia, la Corte. Firenze è la fondatrice della lingua e delle arti con Dante, Giotto, Donatello, Botticelli, Michelangelo. Roma è la gloria dell’Antichità classica e dell’Autorità religiosa: due elementi unificanti destinati a tenere insieme la nuova Italia. Milano è Leonardo da Vinci, è la religiosità dei Borromeo, è l’Illuminismo, è il dialogo costante e fecondo con l’Europa. Venezia è la grande pittura di Tiziano e di Veronese, è il profumo d’Oriente, è il mito del Buongoverno e della città inimitabile. C’è poi Genova, ricchissima e bellissima, capitale finanziaria nell’Europa della Controriforma e degli Assolutismi, la città che ha saputo trasformare il profitto bancario nei Rubens, nei Van Dyck, nei palazzi più belli della Cristianità. Bologna, la seconda città dello Stato Pontificio, è il prestigio della sua Università ed è l’ideale classico che da Raffaello arriva a Guido Reni. Parma e Modena sono l’arte e il collezionismo dei principi mecenati. E infine ci sono le due capitali del Regno: Napoli e Palermo. C’è la Napoli degli Aragona e dei Borbone, di San Gennaro, dei Lazzari e di Masaniello; la Palermo di Federico Imperatore, del Feudo, dei Baroni riottosi, dell’autonomia continuamente affermata e continuamente contrastata. Leggi il resto di questo articolo »

postheadericon Roma: l’Italia va in vacanza

“L’Italia va in vacanza” è la prima di una serie di mostre che intendono presentare al pubblico le Collezioni di Fotografia del MAXXI Architettura con un taglio curatoriale di volta in volta diverso. La collezione si compone ad oggi di oltre 1000 fotografie acquisite a partire dal 2003 tramite progetti di committenza legati ai temi del paesaggio, del territorio e dell’architettura. Costituisce un ‘bacino’ ricchissimo di immagini legate principalmente all’identità – non solo “fisica” – del nostro Paese. Il tema scelto per questo primo appuntamento, in concomitanza con il periodo estivo, illustra le molteplici declinazioni della vacanza nel Bel Paese attraverso lo sguardo – a volte ironico, in alcuni casi più poetico, ma quasi sempre critico – degli undici fotografi in mostra.

Dall’affollamento costiero all’assedio delle città d’arte, dai parchi tematici ai borghi medievali: un viaggio dalla Sicilia al Trentino tra vizi e virtù del nostro “fare vacanza”.

Sono immagini forse deludenti per chi si aspettava di trovare visioni edulcorate da cartolina, ma certamente stimolanti per ragionare sulla reale connotazione del paesaggio contemporaneo e su quanto esso sia condizionato dalla presenza e dall’azione umana, anche quando apparentemente innocente e spensierata.